aggiornato il 23-11-2020

CS – Monticello: il Comune ordina di sanare gli abusi edilizi

Il Dirigente dell’Area Tecnica ha emesso un’ordinanza per il ripristino degli stabili, edificati in modo difforme alla concessione edilizia. Il termine tassativo è di 90 giorni

Alcuni sopralluoghi e sette tipologie di abusi edilizi riscontrati. Questi gli elementi alla base dell’ordinanza di “demolizione e messa in pristino” siglata ieri dal dirigente dell’Area Tecnica del Comune relativamente al lotto residenziale di Monticello. Destinatari dell’atto la cooperativa Il Fontanile, i direttori dei lavori e l’impresa costruttrice Penta.Ge.Co.. Per loro, 90 giorni di tempo per “sanare” le irregolarità abbattendo e ripristinando gli immobili realizzati difformemente rispetto a quanto previsto dal permesso di costruire 185 del 2014.

A partire da marzo con un lavoro che si è protratto fino ai giorni scorsi, i tecnici del Comune hanno effettuato diversi sopralluoghi nel cantiere, riscontrando una serie di abusi. Sette le tipologie di irregolarità rilevate: aumento delle volumetrie, modifiche diffuse, modifiche agli impianti, modifiche dei rapporti aero-illuminanti dei sottotetti, difformità delle altezze nette interne, modifica dell’altezza di un edificio e modifica del piano interrato dello stesso edificio.

In presenza delle difformità riscontrate e in assenza di istanze di sanatoria o variante, l’Ufficio Tecnico ha provveduto a emettere l’atto (notificato ai destinatari) che ordina «di provvedere, a proprie spese, alla demolizione e remissione in ripristino dei luoghi indicati in narrativa entro il termine perentorio di 90 giorni».

«L’ordinanza – spiega il Sindaco Andrea Checchi – è un atto dovuto per ripristinare la legalità su un’operazione edilizia di grande entità. Spiace che a pagare le conseguenze siano decine di famiglie che attendono di entrare in possesso degli immobili in cui avevano pianificato di andare a vivere. La soluzione della questione è nelle mani della cooperativa che se metterà in pratica quanto previsto dall’atto potranno instradare la questione nella giusta direzione. Come Amministrazione, naturalmente, continueremo a vigilare a garanzia degli interessi legittimi dei cittadini e per la salvaguardia della legalità».

San Donato Milanese, 27 giugno 2017

Etichette

Condividi questo contenuto:

contatti

Comune San Donato Milanese
Via C. Battisti, 2
tel 02-52772.1
P.IVA 00828590158

iscriviti per rimanere aggiornato