aggiornato il 29-7-2021

CS – I negozi di San Donato riceveranno gli aiuti del Comune

Avviata la liquidazione dei contributi comunali per le attività di vicinato che, negli scorsi mesi, avevano subito “chiusure forzate” legate a provvedimenti temporanei anti-Covid

69 domande approvate su 72 presentate. Sono i numeri dell’adesione al bando promosso dall’Ente a inizio giugno con l’obiettivo di sostenere i commercianti che lo scorso inverno avevano dovuto rispettare le “chiusure forzate” imposte da provvedimenti temporanei anti-Covid. Per l’erogazione dei contributi a fondo perduto, le cui modalità di assegnazione erano state definite attraverso il confronto con i commercianti locali e con le associazioni di categoria, l’Amministrazione aveva messo a disposizione un finanziamento pari a 100mila euro. A pochi giorni dalla chiusura del bando (scaduto il 30 giugno scorso), come garantito alla presentazione del bando stesso, è già stata avviata la liquidazione dei primi contributi.

Su 72 domande presentate, solo 3 sono risultate non idonee. Di queste, 2 non rientravano nelle categorie previste dal bando che, ricordiamo, erano i bar, le attività di ristorazione, le gelaterie, le pasticcerie, gli estetisti, i tatuatori, i centri benessere, i negozi di abbigliamento, di accessori e di calzature e i tassisti con licenza esclusiva di San Donato. Mentre la terza rigettata è stata presentata da una attività avviata successivamente all’approvazione del DPCM del 3 novembre 2020, norma che aveva introdotto misure più stringenti per il contrasto della pandemia istituendo il sistema di chiusure progressive legate all’inserimento della Regione di appartenenza nelle diverse zone (rosse, arancioni, gialle).

Le 69 attività che hanno aderito al bando rispondendo a pieno a tutti i requisiti riceveranno i contributi secondo diverse modalità. 25 otterranno il trasferimento da 1.000 euro in unica soluzione. Le restanti 44, invece, dopo aver ottenuto una prima quota pari a 500 euro, dovranno attendere l’esito dell’istruttoria da parte dell’Ufficio competente per determinare i debiti tributari nei confronti del Comune, che eventualmente saranno scalati dalla seconda rata del contributo. L’Amministrazione, infatti, volendo garantire pieno sostegno a chi si era trovato a fronteggiare una fase di crisi economica straordinaria, aveva deciso di estendere la possibilità di partecipare al bando a tutti i titolari di attività sandonatesi, includendo anche chi doveva regolarizzare la propria posizione con l’Ente.

«Rivolgo un sentito ringraziamento – dichiara l’Assessore al commercio Serenella Natella – a quanti hanno contribuito alla buona riuscita di questa iniziativa di sostegno, a partire dagli Uffici comunali competenti. Ringrazio anche i commercianti e le Associazioni di categoria che ci hanno evidenziato le priorità da perseguire, consentendoci di aiutare con rapidità le categorie più in difficoltà».

«Con questa iniziativa – aggiunge il Sindaco Andrea Checchi – abbiamo voluto ribadire attraverso un gesto concreto la vicinanza dell’Amministrazione alle attività di vicinato, una realtà che rappresenta una parte importante della nostra Comunità. L’auspicio è che i fondi del Comune contribuiscano a riavviare un sistema messo a dura prova dagli eventi pandemici ma che, grazie alla professionalità e allo spirito di sacrificio di tanti uomini e donne che ogni giorno garantiscono a tutti noi servizi e opportunità, è stato in grado di reggere la tremenda onda d’urto del Covid».

Etichette

Condividi questo contenuto:

contatti

Comune San Donato Milanese
Via C. Battisti, 2
tel 02-52772.1
P.IVA 00828590158

iscriviti per rimanere aggiornato