aggiornato il 10-7-2020

Misura B2: a breve l’apertura del bando

La Misura B2

Fino al 31 agosto 2020 sarà possibile presentare richiesta per l’accesso ad interventi economici di sostegno e supporto alla persona e alla sua famiglia, finalizzati a garantire la piena possibilità di permanenza della persona fragile al proprio domicilio e nel suo contesto di vita, compensando e integrando le prestazioni di cura rese direttamente dai familiari e/o attraverso personale dedicato (definite Misura B2).

Le risorse a copertura degli interventi relativi alla Misura B2 saranno assegnate seguendo i criteri di priorità individuati in ottemperanza a quanto disposto dalla DGR 2862/2020 e fino ad esaurimento del fondo a disposizione.
Con decorrenza fino al 31 agosto, i Comuni potranno accogliere le domande di tutte le persone, sia quelle in continuità sia quelle di nuovo accesso, che rispettano i seguenti criteri:

  • persone di qualsiasi età, che vivono presso il proprio domicilio e che evidenziano grave limitazione della capacità funzionale con compromissione significativa dell’autosufficienza e dell’autonomia personale nelle attività di vita quotidiana, di relazione e sociale;
  • residenti nei 9 Comuni del Distretto Sociale Sud Est Milano (Comuni di: Carpiano, Cerro al Lambro, Colturano, Dresano, Melegnano, San Donato Milanese, San Giuliano Milanese, San Zenone al Lambro, Vizzolo Predabissi);
  • in condizione di gravità così come accertata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della legge 104/1992 oppure beneficiarie dell’Indennità di Accompagnamento, di cui alla legge n.18/1980;
  • con ISEE socio sanitario (nucleo ristretto) o ordinario non superiore a 25mila euro (è facoltà della famiglia scegliere se presentare ISEE ordinario o ISEE socio sanitario, considerando il coefficiente più favorevole per il beneficiario).
    La tipologia di ISEE scelto andrà indicata nell’istanza di presentazione;
  • non ricoverate in struttura residenziale in regime di lungodegenza.

Rispetto a tali criteri, accederanno prioritariamente le persone che non beneficiano di interventi o di sostegni integrativi di carattere assistenziale erogati da Enti pubblici o privati o da Enti previdenziali (INPS/Home Care Premium).

Compatibilità e incompatibilità

L’erogazione del Buono Misura B2 è compatibile con:

  • i voucher anziani e disabili ex DGR n. 7487/2017 e DGR n. 2564/2019;
  • interventi di assistenza domiciliare: Assistenza Domiciliare Integrata, Servizio di Assistenza Domiciliare;
  • interventi di riabilitazione in regime ambulatoriale o domiciliare;
  • ricovero ospedaliero;
  • ricovero di sollievo per adulti per massimo 60 giorni programmabili nell’anno, per minori per massimo 90 giorni;
  • sostegni Dopo Di Noi riferiti esclusivamente per canone di locazione o per spese condominiali per persone disabili con progetto di vita indipendente;
  • prestazioni integrative previste da Home Care Premium/INPS HCP ad eccezione di erogazione di specifici contributi;

e incompatibile con:

  • accoglienza definitiva presso Unità d’offerta residenziali sociosanitarie o sociali (es. RSA, RSD, CSS, Hospice, Misura Residenzialità per minori con gravissima disabilità);
  • Misura B1;
  • contributo da risorse progetti di vita indipendente – PRO.VI – per onere assistente personale regolarmente impiegato;
  • ricovero di sollievo, nel caso in cui il costo del ricovero sia a totale carico del Fondo Sanitario Regionale; 
  • ricovero in riabilitazione/Sub acute/Cure intermedie/Post acuta;
  • presa in carico con Misura RSA aperta ex DGR n. 7769/2018
  • Bonus per assistente familiare iscritto nel registro di assistenza familiare ex l.r. n. 15/2015. (Il Bonus per assistente familiare ex l.r. n. 15/2015 può essere erogato a persona valutata ammissibile alla Misura B2 ma non presa in carico con la stessa).

Graduatori e interventi finanziabili

Al termine dell’istruttoria delle domande pervenute verrà costruita una graduatoria e definito il relativo impegno di spesa ed eventuali residui.

Gli interventi finanziabili sono:

  • Buono sociale per l’assistenza continuativa della persona in condizione di grave disabilità o di non autosufficienza al domicilio da parte del caregiver familiare o assistente familiare;
  • Buono sociale a integrazione del buono caregiver familiare;
  • Buono sociale per progetti di vita indipendente di persone con disabilità fisico motoria grave e gravissima.

Modalità di presentazione della domanda

Gli uffici dell’Ente stanno lavorando alla definizione delle modalità di presentazione della domanda, che saranno rese note nei prossimi giorni.
Tutti gli aggiornamenti saranno comunicati attraverso i canali ufficiali dell’Ente.

Etichette

Condividi questo contenuto:

contatti

Comune San Donato Milanese
Via C. Battisti, 2
tel 02-52772.1
P.IVA 00828590158

iscriviti per rimanere aggiornato