aggiornato il 16-8-2019

Misura B2: domande in Comune entro metà giugno

Fino a metà giugno è possibile presentare richiesta per l’accesso a interventi economici di sostegno e supporto alla persona e alla sua famiglia, finalizzati a garantire la piena possibilità di permanenza della persona fragile al proprio domicilio e nel suo contesto di vita, compensando e integrando le prestazioni di cura rese direttamente dai familiari e/o attraverso personale dedicato (definite Misura B2).
Le risorse a copertura degli interventi relativi alla Misura B2, sono assegnate seguendo i criteri di priorità individuati in ottemperanza a quanto disposto dalla DGR e fino ad esaurimento del fondo a disposizione.
Con decorrenza fino al 15 giugno i Comuni possono accogliere le domande di tutte le persone sia quelle in continuità sia quelle di nuovo accesso, che rispettano i seguenti criteri:

  • persone di qualsiasi età, che vivono presso il proprio domicilio e che evidenziano grave limitazione della capacità funzionale con compromissione significativa dell’autosufficienza e dell’autonomia personale nelle attività di vita quotidiana, di relazione e sociale;
  • residenti nei 9 Comuni del Distretto Sociale Sud Est Milano (Comuni di: Carpiano, Cerro al Lambro, Colturano, Dresano, Melegnano, San Donato Milanese, San Giuliano Milanese, San Zenone al Lambro, Vizzolo Predabissi);
  • in condizione di gravità così come accertata ai sensi dell’art. 3, comma 3 della legge 104/1992 oppure beneficiarie dell’Indennità di Accompagnamento, di cui alla legge n.18/1980;
  • con isee socio sanitario (nucleo ristretto) o ordinario non superiore a 20mila euro (è facoltà della famiglia scegliere se presentare Isee ordinario o Isee socio sanitario, considerando il coefficiente più favorevole per il beneficiario). La tipologia di Isee scelto andrà indicata nell’istanza di presentazione.
  • non ricoverate in struttura residenziale in regime di lungodegenza.

Rispetto ai criteri sopra riportati, accederanno prioritariamente le persone che non beneficiano di interventi o di sostegni integrativi di carattere assistenziale erogati da Enti pubblici o privati o da Enti previdenziali (Inps/Home Care Premium).
Nel caso di persone anziane non autosufficienti, accedono prioritariamente quelle non in carico alla Misura Rsa aperta ex DGR n. 7769/2018.

Al termine dell’istruttoria delle domande pervenute verrà costruita una graduatoria e definito il relativo impegno di spesa ed eventuali residui.

Gli interventi finanziabili sono:

  • Buono sociale per l’assistenza continuativa della persona al domicilio da parte del care giver familiare;
  • Buono sociale per l’assistenza continuativa della persona da parte di assistente familiare;
  • Buono sociale per progetti di vita indipendente di persone con disabilità fisico motoria grave e gravissima.

Il contributo economico sarà riconosciuto ai beneficiari a decorrere dal mese successivo alla presentazione dell’istanza avente esito positivo fino al 31 dicembre.

Modalità di presentazione della domanda

Il cittadino dovrà recarsi presso l’Ufficio protocollo del proprio Comune di residenza per la presentazione dell’istanza per l’accesso alla Misura B2 protocollando il modulo Richiesta per l’accesso, a cui vanno obbligatoriamente allegati i documenti comprovanti le condizioni d’accesso. Gli allegati (scaricabili dal sito di Assemi – Azienda Sociale Sud Est Milano) devono essere consegnati contestualmente alla presentazione della domanda.
I cittadini possono recarsi per chiarimenti e maggiori informazioni presso il Segretariato Sociale (palazzo Municipale, secondo piano) il martedì e il giovedì dalle 9 alle 12 senza appuntamento.

Etichette

Condividi questo contenuto:

contatti

Comune San Donato Milanese
Via C. Battisti, 2
tel 02-52772.1
P.IVA 00828590158

iscriviti per rimanere aggiornato