aggiornato il 21-7-2019

NU – Piano particolareggiato sosta 2018

L’Amministrazione comunale illustra i motivi che hanno determinato l’adozione di un nuovo sistema di regole per l’utilizzo dei parcheggi cittadini

Nelle scorse settimane la Giunta ha approvato una deliberazione finalizzata all’introduzione di nuove regole su due ambiti afferenti al tema della sosta in città: i pass sosta e la sosta a pagamento, vero elemento di novità che dopo l’estate sarà introdotto nelle aree più critiche della città.

Per quanto attiene la sosta a pagamento, che riguarderà 3mila stalli su una disponibilità in citta pari a oltre 16mila posti auto, si è partiti dalla valutazione che la città di San Donato, come molte altre realtà densamente popolate dell’hinterland, deve fare i conti con il problema del traffico e della reperibilità di posti auto. Alla luce di tali criticità, è stato definito un insieme di linee guida per dare avvio a un nuovo progetto che garantisca di:

  • promuovere una maggiore rotazione dei parcheggi;
  • scoraggiare la sosta dei pendolari, a tutela dei residenti;
  • disincentivare la sosta a lungo termine (intesa, a tutti gli effetti, come una occupazione suolo pubblico);
  • incentivare l’utilizzo del servizio pubblico e della mobilità sostenibile (car e bike sharing).

Per quanto riguarda i pass sosta, invece, facendo leva sull’esperienza degli anni precedenti, si sono perseguiti molteplici obiettivi: semplificare il sistema vigente di rilascio, adeguare le tariffe in base a criteri di equità (che saranno ulteriormente affinati in una seconda fase), agevolare chi non ha box privati e, al contempo, incentivarne l’uso da parte dei proprietari.

 Il nuovo piano particolareggiato della sosta (scarica la mappa in versione pdf) è frutto di un dettagliato studio, avviato a maggio 2015 e concluso nel 2016, che ha coinvolto i tecnici del PIM (Centro studi per la Programmazione Intercomunale dell’area Metropolitana) per analizzare la fattibilità e l’impatto dell’adozione di nuove regole atte a superare le criticità presenti in alcune zone della città (in particolare nell’area al confine con Milano, nei pressi della metropolitana, in centro, alle Torri Lombarde e nella zona dell’ospedale).

La tariffazione della sosta – pratica già adottata da molti Comuni dell’Area Metropolitana (Brugherio, Cernusco sul Naviglio, Corsico, Melegnano, Pero, Rho, ecc.) – sarà accompagnata da una più articolata riqualificazione del sistema del trasporto pubblico (revisione percorsi e frequenze) e da una razionalizzazione dei flussi delle navette per il trasporto dei pendolari promosse dalle realtà aziendali presenti a San Donato. Per chiarezza si ribadisce che il parcheggio a pagamento non è esteso su tutta la città, ma solo in alcune zone e che il numero dei posti auto che resteranno totalmente gratuiti è di gran lunga superiore rispetto a quelli tariffati – circa 3mila. E su questi ultimi è da sottolineare che sarà garantita la gratuità del parcheggio per i primi 30 minuti di sosta.

Si vogliono infine ribadire tre aspetti importanti del nuovo piano particolareggiato della sosta:

  • la sua adozione è legata all’esigenza di ottimizzare il modo di muoversi in città, riducendo gli spostamenti, migliorando così la qualità dell’aria a tutela della salute delle persone e dell’ambiente,
  • per San Donato rappresenta un obiettivo strategico. E in quanto tale, ci si sta confrontando con gli stakeholder del territorio, confronto che sarà portato avanti nel prossimo periodo per raccogliere ulteriori elementi di miglioramento e arrivare così a determinare, nel corso della primavera, le linee guida definitive del capitolato di gara.
  • i proventi tariffari (relativi ai pass e ai parcheggi) sono destinati per legge a interventi per il finanziamento del trasporto pubblico locale e per migliorare la mobilità urbana (ad esempio, con l’adozione di tariffe agevolate per determinate fasce di popolazione quali studenti e anziani, con l’aumento degli stalli del bike sharing comunale, ecc.).

In linea con la propria politica di promozione della partecipazione, l’Amministrazione invita quanti vogliano esprimere suggerimenti sul nuovo piano a farlo nel corso di uno dei tanti incontri pubblici programmati dalla Giunta nelle prossime settimane. Ad aprile Sindaco e Assessori saranno presenti nei quattro mercati cittadini (via Gramsci, Di Vittorio, Metanopoli e di fronte al Municipio), mentre a maggio “visiteranno” i quartieri attraverso serate di confronto. Fin da subito, inoltre, è disponibile l’indirizzo mail nuovopianososta@comune.sandonatomilanese.mi.it a cui far pervenire eventuali contributi.

Etichette

Condividi questo contenuto:

contatti

Comune San Donato Milanese
Via C. Battisti, 2
tel 02-52772.1
P.IVA 00828590158

iscriviti per rimanere aggiornato