aggiornato il 24-1-2019

Ospedale Malan

Cenni storici

Quando si decise per l’ampliamento dell’ospedale verso il confine sud-est di San Donato, fu chiaro che il nuovo progetto dovesse portare il nome di uno dei pionieri della ricerca medica: Edmondo Malan, il chirurgo che (nel 1969) eseguì il primo trapianto di rene in Italia. A lui sono dedicati sia il nuovo edificio, inaugurato nel 2009, che la piazza da cui vi si accede.

Descrizione

Il nuovo blocco, alto quattro piani, comprende 180 stanze per la degenza (e 28 di foresteria) 35 studi specialistici, 5 sale post operatorie, un reparto di terapia intensiva (con una zona dedicata alla cardiochirurgia pediatrica) e un pronto soccorso di 500 mq. Si entra da una luminosa hall di 300 mq, dove hanno sede gli sportelli del cup e del centro prelievi. I colori degli spazi interni sono stati scelti in base principi cromoterapici, mentre i materiali utilizzati per la copertura esterna (marmo di Verona e Botticino) richiamano le tonalità del logo del Gruppo Ospedaliero San Donato.

Vicino al pronto soccorso è presente un’area per l’atterraggio e il decollo di elicotteri per le gravi emergenze.

BIBLIOGRAFIA

L.Previato, San Donato Milanese. Nuova edizione condotta sulle carte e gli appunti dell’autore a cura di Pietro Solera, Città di San Donato Milanese, 2002.

S.Sermisoni (a cura di), Metanopoli. Attualità di un’idea, Snam spa, Milano, 1995

M.Nejrotti-E.Bosio, San Donato Milanese, Amilcare Pizzi Editore, Milano, 1991

Documenti d’archivio del Comune di San Donato Milanese

Testi e grafiche a cura dell'Ufficio Comunicazione. Qualsiasi riproduzione è soggetta ad autorizzazione da parte degli autori.

Condividi questo contenuto:

contatti

Comune San Donato Milanese
Via C. Battisti, 2
tel 02-52772.1
P.IVA 00828590158

iscriviti per rimanere aggiornato