aggiornato il 17-5-2019

Organizzare pubbliche manifestazioni

Il Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza prevede che in caso di riunioni in luogo pubblico gli organizzatori hanno l’obbligo di preavvisare il Questore.

Cosa si intende per riunione in luogo pubblico?

Si intendono tutte quelle iniziative di tipo politico, sociale, ricreativo, religioso, ludico o sportivo che, svolgendosi in luogo pubblico, comportano presenza di gruppi di persone: in tali casi l’Autorità deve essere messa preventivamente al corrente di queste iniziative. Non si tratta quindi di chiedere un’autorizzazione, bensì semplicemente di preavvisare.

Il Questore può vietare lo svolgimento delle manifestazioni oggetto di preavviso, ma è evidente che si tratta di casi estremamente rari, normalmente correlati ad iniziative di tipo politico per le quali è ragionevole temere una degenerazione in eventi o scontri che potrebbero mettere a repentaglio l’ordine pubblico.

Questo obbligo di preavviso non vige per i comizi elettorali e per i funerali, mentre è obbligatorio per le processioni ecclesiastiche che si svolgono nelle pubbliche vie.

L’omissione di preavviso prevede per l’organizzatore l’arresto fino a sei mesi e l’ammenda da 103,00 a 413,00 Euro (la pena in caso di processioni religiose è dell’arresto fino a tre mesi e dall’ammenda fino a 51 euro).

Quando e come dare preavviso

La legge prevede che il preavviso debba essere dato almeno tre giorni prima della manifestazione. È però consigliato agire con maggiore anticipo, in questo modo sarà più agevole per la polizia locale e i carabinieri di San Donato Milanese garantire il servizio, se necessario.

Per dare il preavviso si deve utilizzare il modulo dedicato, scaricabile anche dal sito www.poliziadistato.it e reperibile al portale Procedimenti [vai al sito]. Il modulo deve essere presentato alla stazione Carabinieri di San Donato Milanese ed agli uffici della polizia locale.

Per le manifestazioni itineranti e le processioni ecclesiastiche è importante specificare bene il percorso.

L’obbligo di preavvisare permane anche per le feste, gli spettacoli, le competizioni sportive e tutte le altre manifestazioni per le quali è obbligatorio conseguire autorizzazioni amministrative di vario genere: in tal caso nel modulo si dovranno annotare le notizie relative alle autorizzazioni ottenute.

Normativa di riferimento

Come detto, quanto sopra è normato dal Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza e dal suo regolamento di esecuzione (R.D. 18 giugno 1931, n. 773 e R.D. 6 maggio 1940, n. 635).

Art. 18 R.D. 773/31
“I promotori di una riunione in luogo pubblico o aperto al pubblico devono darne avviso, almeno tre giorni prima, al Questore.
E’ considerata pubblica anche una riunione, che, sebbene indetta in forma privata, tuttavia per il luogo in cui sarà tenuta, o per il numero delle persone che dovranno intervenirvi, o per lo scopo o l’oggetto di essa, ha carattere di riunione non privata.
I contravventori sono puniti con l’arresto fino a sei mesi e con l’ammenda da € 103,00 a 413,00.
Con le stesse pene sono puniti coloro che nelle riunioni predette prendono la parola.
Il Questore, nel caso di omesso avviso ovvero per ragioni di ordine pubblico, di moralità o di sanità pubblica, può impedire che la riunione abbia luogo e può, per le stesse ragioni, prescrivere modalità di tempo e di luogo alla riunione.
I contravventori al divieto o alle prescrizioni dell’autorità sono puniti con l’arresto fino a un anno e con l’ammenda da € 206,00 a € 413,00.
Con le stesse pene sono puniti coloro che nelle predette riunioni prendono la parola.
Non è punibile chi, prima dell’ingiunzione dell’autorità o per obbedire ad essa, si ritira dalla riunione.
Le disposizioni di questo articolo non si applicano alle riunioni elettorali.”

Art. 25
“Chi promuove o dirige funzioni, cerimonie o pratiche religiose fuori dei luoghi destinati al culto, ovvero processioni ecclesiastiche o civili nelle pubbliche vie, deve darne avviso, almeno tre giorni prima, al Questore.
Il contravventore è punito con l’arresto fino a tre mesi e con l’ammenda fino ad € 51,00”.


 

Articoli correlati

Modulo preavviso di manifestazione

Condividi questo contenuto:

contatti

Comune San Donato Milanese
Via C. Battisti, 2
tel 02-52772.1
P.IVA 00828590158

iscriviti per rimanere aggiornato